lunedì 12 agosto 2019

L'ANALISI - Quando l'acquisto dell'auto usata era un carcere forzato

E' bene notare come il Settore dell’Auto, in questi ultimi decenni, abbia realizzato una serie di investimenti quali/quantitativi nel miglioramento dei processi tecnologici di progettazione e costruzione delle automobili che hanno reso il prodotto auto longevo e affidabile. In passato si parlava di rodaggio del motore e della diversa qualità dell’output produttivo a seconda delle giornate in cui l’auto veniva prodotta; ora i processi sono talmente avanzati che le tolleranze sono  diventate insignificanti nella determinazione della qualità delle auto prodotte.

In passato l’acquisto di una vettura usata era un carcere forzato e si andava allo sbaraglio, consapevoli di acquistare a basso prezzo, bassa qualità. Oggi tutto questo è morto e sepolto; vetture usate anche con 100.000 km, per altro oggi il kilometraggio indicato è veritiero, sono prodotti di qualità, garantiti, con ancora una lunga vita davanti.