mercoledì 7 agosto 2019

L'ANALISI - Crisi? Ecco pochi dati da non dimenticare mai

Alcuni numeri. Il settore dell’auto, da recenti calcoli, cuba l’11,4% del Prodotto Interno Lordo
e da lavoro ad 1.2 milioni di addetti. Questi numeri forniscono il senso della rilevanza strategica per l‘economia nazionale di tutta la filiera.

La crisi del settore è molto profonda e dura da troppo tempo. Oggi in Italia il Mercato corrisponde al 57% di quello di pochi anni fa e si produce soltanto il 65% di quello che si produceva verso la fine del passato decennio.

Il costo del lavoro è più basso di quello della Germania ma nettamente superiore a quello di Spagna ed Inghilterra, mentre la retribuzione annua è soltanto di 22.700 euro, che è più o meno la metà della retribuzione tedesca. Da questi dati si evince il grande squilibrio esistente in questo settore tra ciò che finisce in tasca al lavoratore e ciò che il datore di lavoro sostiene come costo.