lunedì 10 giugno 2019

L'ANALISI - Idea Ford? Tutto nacque così


Il programma Idea Ford è stato lanciato da Ford Italia nei primi anni novanta. Eustace Walfington, un consulente della Ford Motor Company ce lo presentò già alla fine degli anni ottanta in una riunione a Roma.

Successivamente andammo a studiare il sistema di finanziamento in un paio di visite in US prima di lanciarlo definitivamente. Conducemmo anche delle ricerche di mercato, che peraltro dettero esito negativo, prima del lancio definitivo. Decidemmo di brandizzarlo e chiamarlo IdeaFord, occupando questo settore di mercato. Il lungimirante Carlo Bondi, il Capo di Ford Credit, che coinvolsi nella operazione, capì che IdeaFord era il contratto che permetteva a Ford Credit di crescere;evolvendo il contratto di finanziamento ai privati, in qualcosa di più ampio. In questo modo si forniva un servizio di mobilità. I concessionari non aderirono subito a questo nuovo programma.

Non capirono che non era un contratto di finanziamento, ma un nuovo modo di concepire la mobilità, fondato sull'uso/possesso e non sulla proprietà. Anche il rinnovo non era inizialmente gestito così come da noi indicato. Uno dei pochi a capire sin dall'inizio tutti gli aspetti del nuovo contratto IdeaFord fu un concessionario Piemontese della Provincia di Cuneo. Successivamente, come sempre avviene per delle iniziative strategicamente affini al Mercato, i concessionari uno ad uno, cominciarono a vendere IdeaFord con grande convinzione. Il risultato fu anche raggiunto, perchè mettemmo in piedi dei massicci investimenti in formazione, che consentirono di metabolizzare la architettura di vendita innovativa realizzata da IdeaFord.



A distanza di anni, il Mercato in generale, sta utilizzando i concetti di base da noi lanciati negli anni '90 con IdeaFord.